Calvera App
ACCEDI
Giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie
20/03/21 - 23:00 Calvera

Giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie

Non sarà possibile scendere in piazza e riunirsi in corteo a causa dell’emergenza covid ma sarà la Memoria a raggiungere gli angoli dei nostri paesi, attraversando le nostre finestre e arrivando fin dentro le nostre case. Domenica 21 marzo ricorre la XXVI Giornata della Memoria e dell'Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie. La Giornata è da qualche anno anche riconosciuta ufficialmente dallo Stato, attraverso la legge n. 20 dell’8 marzo 2017.


Sono 1.031 i nomi delle vittime innocenti delle mafie che l’associazione Libera vuole ricordare il 21. E’ importante restituire una voce ad ognuno di esse, ad ogni storia, ad ogni famiglia alla quale le donne, gli uomini e i bambini presenti in questa lunga lista sono stati strappati. E allora, assieme alle staffette della legalità organizzate online dai presìdi lucani di Libera (sono sette e coinvolgono l’intero territorio regionale) è stata organizzata anche un’altra iniziativa: con un’auto che girerà per le strade del paese oppure attraverso gli altoparlanti sul campanile delle chiese, quei 1.031 nomi echeggeranno attraverso la voce di studenti, insegnanti, artisti, forze dell’ordine, associazioni, familiari delle vittime e tanti altri cittadini. 1.031 voci lucane.


Leggere i nomi delle vittime, scandirli con cura, è un modo per far rivivere quegli uomini e quelle donne, bambini e bambine, per non far morire le idee testimoniate, l’esempio di chi ha combattuto le mafie a viso aperto e non ha ceduto alle minacce e ai ricatti che gli imponevano di derogare dal proprio dovere professionale e civile, ma anche le vite di chi, suo malgrado, si è ritrovato nella traiettoria di una pallottola o vittima di potenti esplosivi diretti ad altri. Storie pulsanti di vita, di passioni, di sacrifici, di amore per il bene comune e di affermazione di diritti e di libertà negate.